16/01/2019

Indagine conoscitiva: Venduti ai Minori

Testo della ricerca e rassegna stampa

“Venduti ai Minori” è l’indagine promossa dal Moige sulla vendita ai minori di prodotti vietati o inadatti: alcol, tabacco, cannabis, gioco d’azzardo, pornografia, videogiochi 18+.

Obiettivo della ricerca è inquadrare il fenomeno della vendita ai minori dei prodotti vietati dalla legge come Alcol, Tabacco, Cannabis, Giochi d’azzardo, Pornografia e, inadatti  come i Videogiochi 18+ e comprendere i termini della complicità dei venditori, verso i minori attraverso un atteggiamento di illegalità, unito ad di scarsa attenzione alla salute e alla crescita sana dei nostri figli.

L’indagine, curata dal prof. Tonino Cantelmi dell’Università Europea di Roma, ed il suo team,  su un campione di ricerca di 1.388 minori tra gli 11 e i 17 anni delle scuole secondarie di primo e secondo grado, con un’età media di 14 anni.  Rispetto alla collocazione geografica: 30% dal Centro Italia, 21% dal Nord Italia, 49% dal Sud Italia.
 

Clicca qui per scaricare l’indagine completa

Clicca qui per scaricare la sintesi dell’indagine
 

 

RASSEGNA STAMPA 

Denuncia del Moige: prodotti vietati liberamente venduti ai ragazzi. Presentato oggi a Roma, nella sala Zuccari del Senato, uno studio sui prodotti in commercio vietati ai minori di 18 anni

Roberta Gisotti - Città del Vaticano

“Venduti ai minori” è il titolo di una originale ricerca che indaga sull’offerta di prodotti vietati ai ragazzi sotto i 18 anni, impunemente commercializzati tra i giovanissimi ledendo il loro diritto alla salute psichica e fisica, garantito solo sulla carta dallo Stato.  L’indagine è stata condotta - per conto del Movimento genitori italiani (Moige) - dall’Università europea di Roma, sotto la guida dello psichiatra, psicoterapeuta Tonino Cantelmi, prendendo in esame un campione di circa 1400 ragazzi, tra gli 11 e i 17 anni delle scuole medie e superiori, sparse in tutta Italia. 

Il quadro che ne esce è sconcertante, evidenziando la diffusa deresponsabilità dei rivenditori di questi prodotti nocivi per i più giovani, che ogni giorno vengono offerti ai minori nell’indifferenza generale degli adulti e nella latitanza delle autorità deputate ai controlli di legge.

Dalla ricerca emergono dati significativi: il 40 per cento del tabacco viene venduto ai minori nelle tabaccherie e il 15 per cento attraverso i distributori automatici, che non richiedono una tessera; quasi il 70 per cento dei cannabis shop vendono il prodotto ai minorenni; il 60 per cento dei ragazzi ha potuto giocare d’azzardo senza mostrare un documento d’identità e un gestore su due non si è rifiutato di farli giocare nonostante la minore età. Tre ragazzi su quattro non hanno alcun filtro sui propri pc, tablet e smartphone che impedisca l’accesso ai siti porno. Quasi il 60 per cento dei rivenditori di videogiochi vende ai minori prodotti loro vietati.

A lanciare un serio allarme su questa realtà drammatica e ad invocare una presa di coscienza nella pubblica opinione e nella classe politica è Antonio Affinita, direttore generale del Moige.

Continua a leggere

 


    
#VendutiAiMinori, Ronzulli (Senato): 'Non percepiti rischi del gioco'
GiocoNews.it


          
Alcol, tabacco e cannabis venduti ai minori: l'allarme del Moige
L'indiscreto 
    
     
“Venduti ai Minori”, indagine sulla vendita ai minori di prodotti vietati o inadatti
L'Opinionista


         
Sigarette elettroniche e minori, indagine Moige: maggioranza non rispetta divieto di vendita
Sigmagazine

L'indagine, curata dal professor Tonino Cantelmi dell'Università Europea di Roma, è stata condotta su un campione 1.388 minori tra gli 11 e i 17 anni ...

 

AgenSIR Italia