27/12/2021

Un Natale da ricordare all'istituto Don Guanella tra sorrisi e solidarietà

Fonte: Il Messaggero del 27/12/2021

È stato un Natale speciale quello trascorso all'Opera Don Guanella di Roma, centro di eccellenza per la riabilitazione nei disturbi del neurosviluppo, un luogo che accoglie uomini e donne dimenticati dalla società. A fare visita ai malati sono giunti, nelle giornate a cavallo di Natale, l'assessore alla Salute del Lazio, Alessio D'Amato, l'assessore alle Politiche Sociali di Roma Capitale, Barbara Funari, il direttore generale ASL RMl, Angelo Tanese e il direttore generale dell'Associazione Religiosa Istituti Socio Sanitari, Mauro Mattiacci. Ad accoglierli, lo psichiatra e direttore sanitario e clinico scientifico dell'Istituto, professor Tonino Cantelmi insieme al suo staff. Ma i veri protagonisti sono stati i ragazzi ospiti della struttura.

leggi tutto

22/12/2021

Religiose vittime di abusi, le testimonianze che strappano il velo del silenzio

Fonte: Avvenire del 22/12/2021

Violazioni di potere, coscienza, autorità in monastero o in convento. Nathalie Becquart: non è obbedienza, ma autorità intesa come dominio. Il gesuita Cucci: alla radice il cancro del clericalismo. Abusi consumati dentro le mura dei chiostri, all’interno degli istituti delle congregazioni femminili. Di questi conventi paralizzati da comportamenti che lo psichiatra Tonino Cantelmi definisce «predatori», legati alla «gestione del potere», che sconfinano spesso in «autoritarismi compulsivi». Ascolta anche l'intervista dell'autore del volume del prof. T. Cantelmi e C. Caricato rilasciata a Vatican news.

leggi tutto

10/12/2021

Sei «vaccini» per i virus della società

Fonte: Avvenire del 09/12/2021

 Secondo gli esperti del tavolo per la salute mentale, coordinato dall'Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute della CEI, occorrono sei parole chiave per uscire dall'emergenza sanitaria. Tra queste la compassione, definita dal prof. Cantelmi la "cifra" del buon samaritano. Il samaritano - spiega lo psichiatra - ha riconosciuto il dolore, l’ha accolto e ha assunto un impegno concreto verso quella sofferenza, aprendo una porta sul futuro. Azione cruciale in una pandemia caratterizzata da un tempo sospeso nel quale la capacità di pensare al futuro è paralizzata dall’incertezza. 

leggi tutto

07/12/2021

È la compassione ad aprire la porta verso il futuro

Fonte: Agensir del 7 dicembre 2021

“Se è vero che la civiltà nasce quando l’uomo impara a seppellire i propri morti, è ancora più vero che nasce quando l’uomo inizia a curare il suo prossimo, a provarne compassione”. Ne è convinto lo psichiatra Tonino Cantelmi, direttore sanitario dell’Istituto don Guanella di Roma. Il 4 dicembre Cantelmi è intervenuto al convegno nazionale “Chiesa e salute mentale”, promosso alla Pontificia Università Lateranense dal Tavolo sulla salute mentale costituito presso l’Ufficio nazionale per la pastorale della salute della Cei. E all’evento, intitolato “Alla ricerca del tempo futuro”, ha parlato di “paradigma della compassione”.

leggi tutto

06/12/2021

La cultura dello "sballo" e i giovani2

Quaderno S&V, anno 2021

Articolo del presidente AIPPC, Tonino Cantelmi, sull'attuale tema “Cannabis, pro e contro. Consumo, regolamentazione, proibizione” all'interno del Quaderno S&V. La cosiddetta “cultura dello sballo” - scrive Cantelmi - è un fenomeno alimentato negli adolescenti e nei giovanissimi dal sensation seeking. Tale condizione si associa ad una immaturità del cervello in fase di sviluppo, caratterizzata da una eccessiva reattività del sistema limbico a scapito del sistema cortico-frontale. Pertanto, i giovani sono predisposti alla ricerca di emozioni forti, alla sfida alla morte e alla ricerca di nuove esperienze. È una condizione fortemente sostenuta nella postmodernità tecnoliquida dalle reti telematiche e dall’insurrezione digitale. In questo contesto, l’esperienza correlata alla cannabis viene ampiamente sottovalutata nonostante la sua documentata capacità nociva proprio sui cervelli in fase di sviluppo. 

leggi tutto

06/12/2021

La cultura dello "sballo" e i giovani

Quaderno S&V, anno 2021

Articolo del presidente AIPPC, Tonino Cantelmi, sull'attuale tema “Cannabis, pro e contro. Consumo, regolamentazione, proibizione” all'interno del Quaderno S&V. La cosiddetta “cultura dello sballo” - scrive Cantelmi - è un fenomeno alimentato negli adolescenti e nei giovanissimi dal sensation seeking. Tale condizione si associa ad una immaturità del cervello in fase di sviluppo, caratterizzata da una eccessiva reattività del sistema limbico a scapito del sistema cortico-frontale. Pertanto, i giovani sono predisposti alla ricerca di emozioni forti, alla sfida alla morte e alla ricerca di nuove esperienze. È una condizione fortemente sostenuta nella postmodernità tecnoliquida dalle reti telematiche e dall’insurrezione digitale. In questo contesto, l’esperienza correlata alla cannabis viene ampiamente sottovalutata nonostante la sua documentata capacità nociva proprio sui cervelli in fase di sviluppo. 

leggi tutto

06/12/2021

Emergenza salute tra i giovani: Nuove dipendenze

Webinar 10/12/2021

Si svolgerà online il 10 dicembre dalle ore 15.00–16.30 il IV appuntamento con il seminario di formazione su "Emergenza salute tra i giovani", dal titolo: "Nuove dipendenze" relatori del corso il prof. Tonino Cantelmi e la dott.ssa Ketty Vaccaro, moderatori: Viviana Daloiso e Vito Salinaro. Formazione promossa dall’ Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute.

leggi tutto

02/12/2021

Chiesa, storie di suore vittime di abusi e mobbing nei conventi. Un libro-inchiesta

Fonte: Il sole 24 ore online del 1 dicembre 2021

Questo libro – scrive l'autore – ci invita a guardare in faccia la realtà,a dire la verità, a individuare le vie possibili per accompagnare le persone che soffrono nella vita religiosa o che ne sono uscite e devono ricostruire se stesse». L'introduzione è di padre Giovanni Cucci sj, gesuita che scrive su Civiltà Cattolica, seguono i contributi di Tonino Cantelmi, psicologo e psicoterapeuta, e del prof. Giorgio Giovannelli per gli aspetti teologici e giuridici. Ma soprattutto ci sono le testimonianze, undici storie mai raccontate, che Cernunzio per la prima volta ha raccolto in un libro.

leggi tutto