31/10/2018

Desirée e gli “adultescenti” incapaci di cura

Fonte:Romasette del 30/10/2018 - Articolo di Tonino Cantelmi

Desirée, 16 anni. San Lorenzo, il quartiere dei giovani e della movida. Ecco una storia che riguarda una ragazzina e un quartiere frequentato da ragazzini e giovani alla ricerca del divertimento. Qui però il divertimento coincide con la ricerca di emozioni forti, generate dal mix di sesso, alcol e droga. Ricerca che cela un clamoroso disagio esistenziale. Eppure manca qualcosa. O meglio: qualcuno. Mancano adulti responsabili della vita dei giovanissimi, abbandonati nelle mani di altri adulti irresponsabili e predatori. La fragilità degli adolescenti, specchio tragico della fragilità degli adulti.

leggi tutto

26/10/2018

End Polio Now

Rotary distretto 2080

Il 24 ottobre è stata la giornata mondiale Giornata Mondiale della Polio. I Rotary Club hanno pianificato vari eventi per promuovere l'eradicazione della polio a ottobre. Giovedì 25 ottobre, il Distretto 2080 ha organizzato un concerto, dal titolo: “Due come noi che…”, per la raccolta fondi presso il teatro Torre Argentina di Roma. L’evento ha coinvolto due grandi artisti Gino Paoli e Danilo Rea. Anche l'Aippc ha contribuito alla serata condividendone pienamente il fine.

leggi tutto

25/10/2018

Quei legami fragili nella società liquida

Fonte: Roma Sette del 21/10/2018 – Pianeta Giovani Rubrica a cura di Tonino Cantelmi

Ti prendo in moglie per sempre, anzi no! Alcuni dati segnalano la paura dei giovani di fare scelte “per sempre”. In fondo la tecnologia digitale consente all’uomo e alla donna del terzo millennio di essere senza vincoli, di tecnomediare la relazione senza essere in relazione, di connettersi e di costruire legami liquidi, mutevoli, cangianti e in ogni istante fragili, privi di sostanza e di verifica, pronti ad essere interrotti.

leggi tutto

24/10/2018

Rivoluzione digitale, le relazioni ai tempi di tinder

Ischia 29 ottobre 2018 - Iniziativa promossa da diocesi di Ischia

Convegno Ischia 29 ottobre. L’incontro si colloca all’interno del Percorso Formativo Diocesano e la Lectio Magistralis "Le relazini ai tempi di Tinder, le nuove solitudini", sarà tenuta dal Prof. Tonino Cantelmi, coordinatore scientifico della Comunità Terapeutica SISIFO.

leggi tutto

22/10/2018

Lacosamide on background eeg activity in brain tumor‐related epilepsy patients: A case series study

Fonte: Brain and Behavior, 2018

utori: Marta Maschio, Alessia Zarabla, Andrea Maialetti, Francesca Sperati, Loredana Dinapoli, Sabrina Dispenza, Gianluca Petreri, Tonino Cantelmi
Abstract
Objective: Therapeutic doses of antiepileptic drugs (AEDs) may alter EEG background activity, which is considered an index of the functional state of the brain. Quantitative analysis (qEEG) of EEG background activity is a valid instrument to assess the effects of many centrally active drugs on the central nervous system, including AEDs. Lacosamide (LCM) is a new AED that could be a valid therapeutic choice in patients with brain tumor-related epilepsy (BTRE).
Methods: We used qEEG to analyze the possible effect of LCM as an add-on, on background EEG activity after 4 months in patients with BTRE.
Results: We consecutively recruited sixteen patients with BTRE: Five dropped out for disease progression, five for scarce compliance, and six completed the study. For these reasons qEEG was performed at first visit and after 4 months only in six patients. For all frequency bands, LCM revealed no changes of mean relative power during rest with eyes closed, hyperpnoea (HP), and mental arithmetic task (MA); significant increment was found only in the theta mean relative power during opening and closing eyes (BR). After four months of therapy with LCM, one patient was seizure free, four had a seizure reduction ≥50%, and one showed a worsening in seizure frequency <50%.
Conclusion: Despite the limitation of a small series, these findings suggest that LCM seems to have only a mild interference on EEG background activity and confirm that LCM has a good efficacy on seizure control in patients with BTRE. This is the first study that evaluates the effect of LCM on background EEG activity, using qEEG in BTRE patients. Future research in this area could include prospective studies with qEEG for a longer follow-up period to assess the impact of AEDs on brain functions in this particular fragile patient population.

leggi tutto

11/10/2018

Il «grazie» a papa Francesco da 17 associazioni che difendono la vita

Fonte: Avvenire del 11/10/2018

«Ringraziamo papa Francesco per le parole che egli ha pronunciato per difendere il diritto alla vita dei bambini non ancora nati». È un testo pieno di calore, affetto e passione quello scritto e firmato ieri da 17 associazioni e realtà cattoliche impegnate nella tutela e promozione della vita umana. Tra queste associazioni anche l'AIPPC.

leggi tutto

11/10/2018

C'è «Accolti.it» per fare spazio all'altro

Fonte: Avvenire del 11/10/2018

Nasce il progetto curato dall’Ufficio Cei di Pastorale della salute con l’intento di raccontare e condividere le esperienze del complesso mondo della disabilità mentale e della riabilitazione. «Siamo convinti che sarà il primo passo di una strada che percorreremo insieme», la premessa da cui parte il direttore dell’Ufficio Cei don Massimo Angelelli, in apertura del convegno di presentazione di «Accolti.it» organizzato ieri al Senato.. "Ed è anche il momento giusto perché nell’affrontare la disabilità – afferma Tonino Cantelmi, psichiatra e membro del Tavolo sulla salute mentale Cei – si chieda alla società intera un salto di qualità. Quello stesso salto che vorremmo fare con 'Accolti.it', perché è soprattutto una trama relazionale".

 

leggi tutto

10/10/2018

Rappresentare conta più del vivere?

Fonte: Roma Sette del 07/10/2018 – Pianeta Giovani Rubrica a cura di Tonino Cantelmi

Cosa hanno in comune il pestaggio violento con il volo di 25 metri? Hanno in comune l’irresistibile voglia di filmare, fotografare e postare sui social ogni tipo di esperienza, persino un’aggressione crudele e vigliacca, nel tentativo di stupire, di suscitare interesse, di catturare visualizzazioni e like, insomma di essere popolari (o meglio: social). Il successo per gli adolescenti è soprattutto legato al sapersi rappresentare attraverso i social, Instagram per esempio, che esercita una fascinazione senza limiti su moltissimi giovani. Rappresentare è più importante che vivere. Anzi, rappresento (me stesso), dunque sono. Alcuni studiosi hanno studiato questo fenomeno per due aspetti: le emozioni e l’elaborazione del vissuto.

leggi tutto