04/10/2018

Dal 1968 alla rivoluzione digitale: giovani e orizzonte tecnoliquido

Intervento Cantelmi ai Simposi Rosminiani

"Cinquanta anni fa fu il ’68. Una rivoluzione, per alcuni mancata, per altri fallita e per altri ancora da dimenticare. Certamente rivoluzionò i costumi sociali. E quelli sessuali in modo particolare". Proponiamo l'intervento del prof.  Cantelmi "Dal 1968 alla rivoluzione digitale: giovani e orizzonte tecnoliquido", tenuta in occasione  del diciannovesimo Corso dei “Simposi Rosminiani“: Il ’68: una rivoluzione dimenticata o da dimenticare?

leggi tutto

03/10/2018

Consiglio Lazio, Buschini: 'Regione all'avanguardia contro Gap'

Fonte: gioconews.it del 02/10/2018

l capogruppo del Partito democratico del Lazio, Mauro Buschini, ribadisce impegno della Regione contro il Gap dopo approvazione del distanziometro. Tonino Cantelmi afferma: “I divieti servono, ma serve soprattutto un'accurata opera di prevenzione e di educazione dei giovanissimi:  sta emergendo una generazione di ragazzi così abituata alla scommessa, all'azzardo e allo sballo da far impallidire i giocatori adulti”. Lo psichiatra romano Cantelmi è il coordinatore scientifico della Comunità terapeutica Sisifo, prima struttura in Italia ad approccio integrato per il trattamento della dipendenza da gioco d’azzardo e delle dipendenze comportamentali.

leggi tutto

01/10/2018

Atti del convegno "Diaconi educati all'accoglienza e al servizio dei malati"

ATTI DEL XXVI CONVEGNO NAZIONALE

Diaconi educati all'accoglienza e al servizio del malati - ATTI DEL XXVI CONVEGNO NAZIONALE - Cefalù 2-5 Agosto 2017. Tra i relatori il Prof. Tonino Cantelmi

leggi tutto

27/09/2018

Netflix, un mondo ignoto agli adulti

Fonte: RomaSette del 23/09/2018 - Rubrica Pianeta giovani a cura di Tonino Cantelmi

Netflix, Youtube, Instagram costituiscono un grande pianeta di influenza sul mondo cognitivo, emotivo– affettivo e sociorelazionale dei giovanissimi. Tuttavia la caratteristica più significativa è che gran parte dei contenuti influenzanti sono prodotti da ragazzini e giovani, che costruiscono così autentiche comunità prive di adulti di riferimento.

leggi tutto

26/09/2018

Negramaro: Cantelmi, “attacchi social a Spedicato sono figli di cultura tecno-referenziata”

Fonte: Agenzia Sir del 22/09/2018

“I meschini attacchi sui social rivolti al chitarrista dei Negramaro Lele Spedicato, evidenziano come ormai molti cybernauti siano in grado di vivere su due diversi registri cognitivi e socio-emotivi: quello reale e quello virtuale. Si sta profilando, quindi, una vera e propria emergenza educativa, poiché, in questa dicotomia, viene meno il riferimento della comunità adulta a favore di una comunità tecno-referenziata”. Lo afferma lo psichiatra Tonino Cantelmi.

 

leggi tutto

26/09/2018

Gender: tutta la verità

Fonte: Punto famiglia plus settembre 2018

Punto Famiglia Plus, periodico di approfondimento digitale, ha dedicato il numero di settembre 2018 al tema “gender”. Proponiamo due articoli pubblicati sul magazine: "Distinguere il maschile e il femminile non vuol dire discriminare" di Tonino Cantelmi e "Gender tra verità e teoria scientifica" di Emiliano Lambiese.

leggi tutto

20/09/2018

L’eredità del ’68 tra errori e speranze

Fonte: RomaSette del 09/09/2018 – Rubrica Pianeta giovani a cura di Tonino Cantelmi

Cinquanta anni fa fu il ’68. Una rivoluzione, per alcuni mancata, per altri fallita e per altri ancora da dimenticare. Per la prima volta nella storia sono i giovani a diventare protagonisti. E oggi? Oggi i giovani sono di nuovo protagonisti: l’umanità vive nei social e nelle app, quasi tutti “inventati” da ragazzini. Sono i giovani a guidare una nuova rivoluzione: la rivoluzione digitale. Ma una colossale differenza segna le due rivoluzioni giovanili: nel ’68 i giovani contestavano gli adulti e sognavano un mondo migliore, oggi i giovani sono indifferenti verso gli adulti, non protestano e non propongono utopie: vivono un presente tecnologico dilatato, velocissimo e frammentato, sono disinteressati al passato e sostanzialmente non credono al futuro.

leggi tutto

17/09/2018

Disagio psichico: parte a Tuscania il primo centro in Italia per la cura delle dipendenze comportamentali con approccio multidisciplinare

Fonte: Sir del 15/09/2018

Alla presenza del sindaco di Tuscania (Viterbo) Fabio Bartolacci, si è insediato ufficialmente questa mattina il comitato scientifico della Comunità terapeutica Sisifo, coordinata dallo psichiatra Tonino Cantelmi. Presidente del comitato è Alberto Siracusano, direttore Uoc Psichiatria e psicologia clinica – Fondazione Policlinico Tor Vergata. Parte, dunque, ufficialmente l’attività della struttura che aprirà collaborazioni anche con diverse diocesi sparse sul territorio. La Comunità terapeutica Sisifo – la prima in Italia per la cura delle dipendenze.

leggi tutto