07/03/2014

al Femminile e al Maschile

Il 13 Marzo presso Essence WineBar alle ore 20,30 Tonino Cantelmi e Marco Scicchitano presenteranno il libro "Educare al maschile e al femminile" e Dominga Cotarella ci guiderà, attraverso una degustazione, alla scoperta della Cantina Falesco.

leggi tutto

07/03/2014

La bellezza della differenza

Il 28 febbraio 2014 si è svolta la presentazione del libro Educare al Femminile e al Maschile, scritto da Tonino Cantelmi e Marco Scicchitano per le edizioni Paoline. Si riporta la rassegna stampa dedicata all’evento. Fonti: Zenit.org - Romagiornale.it - Eliseo del Deserto - RomaSette - Aleteia

leggi tutto

24/02/2014

«Il gender entra in classe? Operazione ideologica»

Fonte: RomaSette del 23 febbraio 2013. Ambiguità nei progetti anti-discriminazione di Comune e Regione. Cantelmi: «Educare al maschile e al femminile. Non negare differenze». Manna: «Orientare al rispetto del diverso ma senza confusione

leggi tutto

17/02/2014

Lo psicologo: per insegnare a non discriminare si lede la psiche del minore

Fonte:  sito Radio Vaticana 14/02/014 - Le componenti dell’identità sessuale”, “Bullismo omofobico: come riconoscerlo ed intervenire”. Sono solo due dei temi trattati negli opuscoli sull’ideologia del gender, preparati appositamente per le scuole, dall’asilo nido alla secondaria di secondo grado, dall’Ufficio nazionale antidiscriminazione razziale del governo e dall’Istituto Beck. Diverse le voci di politici e psicologi che parlano di “proposte che disorientano e confondono”. Maura Pellegrini Rhao ha raccolto il parere di Marco Scicchitano, psicologo e psicoterapeuta che si occupa di adolescenti e di problematiche dello sviluppo:

leggi tutto

14/02/2014

Gli adolescenti, i social network e il "deserto" degli adulti

Fonte: Romasette.it del 13/02/2014 - Lo psichiatra Tonino Cantelmi interviene dopo il suicidio della 14enne offesa su Ask.fm: «I ragazzi non distinguono più il sé dalla realtà dei social». Ai genitori: «Rientriamo nella vita dei nostri figli»

leggi tutto

13/02/2014

Dieta Mediatica dei mobile born

Rassegna stampa “Per un web sicuro” (Moige) 11/02/2014 E' stato presentato presso il dipartimento di Pubblica Sicurezza a Roma, il progetto “Per un web sicuro” promosso dal Movimento Italiano Genitori (MOIGE), in collaborazione con la Polizia Postale, ed in partnership con Google Italy, TrendMicro e Cisco. Giunto alla terza edizione, il progetto punta a sensibilizzare ben 40.000 fra alunni e familiari rispetto alla necessità di un uso corretto della rete. Alla vigilia del “Safer Internet Day”, la conferenza ha rappresentato l'occasione per illustrare uno studio sulle abitudini dei mobile born condotto dal professor Tonino Cantelmi, incaricato di Psicologia dello sviluppo e dell’educazioneUniversità Lumsa. L’indagine è promossa dal Moige e fotografa uno scenario che rappresenta un ottimo punto di partenza per le riflessioni sulla necessità di un uso “ragionato e consapevole” di Internet, soprattutto fra ragazzi e minori.

leggi tutto

13/02/2014

Carnali e virtuali

Fonte: Aleteia del 07/02/14 - I pericoli e le opportunità della rete nelle relazioni sociali, ma bisogna essere "forti". Ma per la “generazione digitale” e non solo, che cosa implica la rete e i suoi contenuti. Abbiamo chiesto la consulenza di un esperto di dipendenza da social network: il dottor Tonino Cantelmi, Professore Incaricato di Psicopatologia presso l’Istituto di Psicologia dell’Università Gregoriana, è titolare dei corsi di: "Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione" e "Psicopedagogia della Devianza e della Marginalità minorile" presso la LUMSA Roma.

leggi tutto

10/02/2014

La famiglia, architettura di una società aperta

Fonte: RomaSette.it del 04/02/2014 Al Teatro Argentina il dibattito sui diversi modelli di realtà familiare, promosso dal Forum "Cultura, pace e vita". Il sociologo Diotallevi (nella foto): «La famiglia non è affare privato» . Tonino Cantelmi ha sottolineato come il compito dei genitori di oggi è «insegnare ai figli nati nella tecnologia digitale a incontrare autenticamente l’altro, e trasmettere loro il senso perduto della cura del prossimo, della solidarietà contro la solitudine della dimensione digitale»

leggi tutto